Jacopo Suggi

Jacopo Suggi
Nato a Livorno nel 1989, dopo gli studi in storia dell'arte prima a Pisa e poi a Bologna ho avuto svariate esperienze in musei e mostre, dall'arte contemporanea, alle grandi tele di Fattori, passando per le stampe giapponesi e toccando fossili e minerali, cercando sempre la maniera migliore di comunicare il nostro straordinario patrimonio.


Il Museo Gulbenkian di Lisbona, la gigantesca collezione di un perseguitato politico

Il Museo Gulbenkian di Lisbona, la gigantesca collezione di un perseguitato politico

Tra i più visitati musei del Portogallo, il Museo Gulbenkian, seppur con una recente storia, è diventato una delle principali attrazioni del Paese e della sua capitale, Lisbona. Questa rapidissima affermazione è dovuta a...
Leggi tutto...

L’arte portoghese al Museu Nacional de Arte Antiga di Lisbona tra spunti fiamminghi e italiani

Fra i grandi musei europei, il Museu Nacional de Arte Antiga di Lisbona fa la parte della Cenerentola: poco conosciuto non è certo una delle mete più gettonate per i turisti internazionali che transitano nella capitale portoghese....
Leggi tutto...
Mario Puccini, il Van Gogh di Livorno: i capolavori inediti del genio del colore

Mario Puccini, il Van Gogh di Livorno: i capolavori inediti del genio del colore

Nel XX secolo, in un'assolata provincia italiana, una branca di artisti dava vita ad una delle esperienze artistiche più interessanti della penisola. Nella città di Livorno il Novecento vide un inspiegabile proliferare di personal...
Leggi tutto...
Al Museo Fattori di Livorno arriva la Santa Lucia di Adolfo Wildt, il capolavoro dimenticato

Al Museo Fattori di Livorno arriva la Santa Lucia di Adolfo Wildt, il capolavoro dimenticato

In tempi normali la notizia dell’acquisizione da parte di un museo pubblico di un capolavoro come la Santa Lucia di Adolfo Wildt (Milano, 1868 – 1931) avrebbe avuto sicuramente un risalto eccezionale ma, nella nostra contemporane...
Leggi tutto...

Giovanni Fattori e le vette dell’incisione italiana

Ormai, il famigerato anatema di Roberto Longhi “Buona notte signor Fattori” lanciato ai macchiaioli e a Giovanni Fattori, è stato messo da parte. Il critico piemontese aveva tacciato l’esperienza toscana di provincialismo, ...
Leggi tutto...

Anna Franchi: la straordinaria storia della donna che scoprì i Macchiaioli

Poco più di quarant’anni orsono le sale di Palazzo RealeaMilano ospitavano la celebre mostra L'altra metà dell'avanguardia 1919-1940. Pittrici e scultrici nei movimenti delle avanguardie storiche, che costituisce una tappa fon...
Leggi tutto...
Angiolo Vannetti, lo scultore dei monumenti abbattuti

Angiolo Vannetti, lo scultore dei monumenti abbattuti

Recentemente abbiamo assistito al dibattito pubblico nazionale e internazionale accentrarsi attorno alla messa in discussione del ruolo dei tradizionali monumenti, a seguito delle rivendicazioni del movimento Black Lives Matter. Alcune proteste s...
Leggi tutto...
La storia del Gruppo Labronico: la tradizione artistica a Livorno

La storia del Gruppo Labronico: la tradizione artistica a Livorno

Parlando della storia dell’arte italiana ed europea appare scontato evidenziare il contributo che hanno dato gli antichi comuni toscani come Firenze, Siena, Pisa, Pistoia e Arezzo, scrivendo alcuni capitoli fondamentali in quasi tutti i sec...
Leggi tutto...

12Pagina 1 di 2